sabato 19 marzo 2016

PASTA STREGATA.


Ricettina facile facile: 4 spicchi d’aglio rosso fritti in padella con olio e.v.o. e tolti appena cominciano ad imbiondire, aggiungere i gamberi tagliati a pezzi, una tazzina da caffè di Marsala stravecchio e cuocere per 30 secondi a fiamma molto alta. Spegnere, aggiungere una busta di panna da cucina, gli spaghetti appena saranno cotti ben al dente, mescolare bene rimettendo sul fuoco per qualche secondo ed … impiattare.

Poco curry ci sta benissimo, se piace.

Per questa ricetta ho usato gamberi argentini, 10 Euro al chilo al mercato del Capo a Palermo.





Sicuramente i gamberi congelati a bordo, sia nostrani che esteri, sono tra i migliori prodotti in commercio e da preferirsi spesso a gamberi decongelati dal pescivendolo e venduti per freschi. Purtroppo in Italia il consumatore nutre ancora pregiudizi verso i prodotti congelati e surgelati, considerandoli di seconda categoria rispetto al prodotto fresco –
Tutti i gamberi importati devono comunque arrivare da stabilimenti autorizzati dell’Unione europea, che subiscono controlli periodici così come li subiscono i prodotti una volta ricevuti in Italia da parte delle nostre autorità veterinarie e da altri organi di controllo ufficiale, senza trascurare i controlli effettuati autonomamente dalle aziende sul nostro territorio.
I gamberoni argentini costano mediamente 4 0 5 volte meno di quelli freschi (ammesso che poi freschi lo siano davvero); quindi il gambero fresco dovrebbe essere 4 0 5 volte più buono di quello surgelato, ma così non è. Non tutti sono in grado di distinguere tra gambero fresco e gambero argentino, anzi, solo pochi riescono a farlo.

In questa ricetta ho utilizzato aglio rosso.
L'aglio rosso di Nubia, o aglio di Paceco o ancora aglio di Trapani, è una varietà di aglio, caratterizzata dal colore rosso delle tuniche dei suoi bulbilli.  L'aglio rosso di Nubia, insieme alle denominazioni alternative di aglio di Paceco e aglio di Trapani sono stati ufficialmente inseriti nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Messo a confronto con l'aglio bianco, quello rosso lo surclassa ampiamente.

Per questa ricetta ho utilizzato il vino Marsala secco stravecchio. Questo vino, dal sapore e dal profumo unico ed inconfondibile, è fondamentale nella preparazione di alcune pietanze, dai sughi alla carne ecc. 


Nessun commento: